Loading...

mercoledì 30 ottobre 2013

Google Glass ! Ahi , Ahi ! Una minaccia alla privacy e alla segretezza ?


30.10.2013
SCHEDA DATI

Proprietario : Google Inc. / fabbricante : Foxconn / famiglie tecnologiche : realtà aumentata, display ottico da testa, dispositivi e computer indossabili.
Disponibile da febbraio 2013 in Usa solo per sviluppatori e sperimentatori
Disponibile sul mercato Consumatori: dal 2014
Prezzo di lancio : versione Explorer $ 1500 – versione per consumatori $ 300-500
Sistema operativo : Android ( 4.0.4 )
Capacità di stoccaggio : 16 GB di flash totale ( 12 GB di memoria utilizzabile )
Memoria : 1 GB di RAM
Schermo: 640×360 pixel (equivale a 25 pollici visti da 2,5m.)
Suono: a conduzione ossea ma si parla anche di un auricolare mono
Comandi : vocali attraverso il microfono, accelerometro, giroscopio, magnetometro
Controllo : Touchpad (lungo la barretta laterale degli occhiali), app. MyGlass da telefono
Fotocamera : 5 MP (foto), 720p (video)
Connettività a Rete Web : Wi-Fi 802.11b/g, Bluetooth, micro USB
Peso : 50 grammi

 Temo il giorno in cui la tecnologia supererà la nostra interazione umana. Il mondo vedrà allora una generazione di idioti. (Albert Einstein)


Basta guardare
attentamente la scheda dati per capire, anche se non siete grandi esperti, che non si tratta solo del nuovo gadget tecnologico di inizio secolo, ma di un potente strumento digitale miniaturizzato. Da guerra metropolitana? Protagonista di future rivolte e controrivolte di piazza ? Forse no, anche se la tecnologia è di ispirazione militare. Comunque da aspiranti 007 certamente sì. Si dice : e' un PC + smart phone da indossare. Ma non è solo così, perchè le sue eccezionali facoltà lo rendono anche pericolosamente ambiguo. Grazie alla tecnologia del riconoscimento facciale Google Glass è infatti in grado di violare segretamente la privacy di quanti appaiono nel suo campo visivo. ”Abbiamo ripetutamente dichiarato che non introdurremo il riconoscimento facciale nei nostri servizi" – diceva il portavoce del progetto Steve Lee a metà maggio, in risposta ai dubbi espressi dal Congresso Usa . Però aggiungeva "a meno che non ci sia una valida soluzione per la tutela della privacy”. Da quel momento le sperimentazioni sono continuate a spron battuto e non sappiamo se si siano individuate forme di tutela diverse da una luce che blinka quando i Glass sono in funzione e/o dal fatto che, come in seguito sostenuto, "se qualcuno ti sta filmando non puoi non accorgertene" .