Loading...

domenica 15 settembre 2013

SMETTETE DI SPARARE ALTRIMENTI NON VI VENDIAMO PIU' LE ARMI (CHIMICHE)


IL FASCINO DISCRETO DELL'ASSURDO
di Glauco Benigni - 15.09


Il termine assurdo (dal latino absurdus”) è composto dalla particella “ab” (da), che indica allontanamento, e da sardus”, una forma volgare da cui deriva l'antico verbo “sardare” (parlare saggiamente). Il termine vuole pertanto significare tutto ciò che è contrario alla logica e alla ragione, che è paradossale e contraddittorio e che genera sensazioni diverse dalle abituali .

«[...] quanto più queste soluzioni (affermazioni assurde) sono incomprensibili, tanto più alto è il loro rango. Finché si giunge a percepire l'attività di una forza che non sottostà più al (tuo) controllo ma piuttosto è essa stessa che tiene sotto controllo il (tuo) intelletto e il (tuo) pensiero.» ( Gershom Sholem )

La riflessione sull'assurdo condusse il pensiero del Rinascimento alla convinzione che fosse possibile il disvelamento dei segreti e dei misteri grazie all'uso paradossale dell'incomprensibile agli occhi dei profani e tale da apparire chiaro solo ai veri sapienti. La cabala, l'ars inveniendi, la lingua sapienziale, la gematria, sono gli strumenti di quei poteri paramagici che dovrebbero permettere ad alcuni uomini di dominare l'assurdo.