Loading...

sabato 22 giugno 2013

La privacy è stata abbindolata, sedotta e stuprata da bambina e ora, i suoi stupratori travestiti da padri di famiglia ne fanno mercimonio.


  Glauco Benigni
                                                           22 giugno 2013

Secondo Marlon Brando la privacy non era “semplicemente un diritto, ma un prerequisito assoluto per vivere“. Per contro, la scrittrice e regista cinese, Xiaolu Guo, si chiede: “ perchè le gente ha bisogno della privacy ? Perchè è cosi' importante ? In Cina ogni famiglia vive insieme: nonni, genitori, figlie, figli e tutti i parenti. Si mangia insieme, si parla di tutto e si divide ogni cosa . La privacy rende la gente sola e distrugge le famiglie.” E' evidente che molte sono le possibili interpretazioni del concetto e ogni interpretazione illumina una piccola porzione di un'area sterminata. Di certo quando il giurista Louis Brandeis, insieme a Samuel Warren, scrissero nel 1890 The right to Privacy, formulando il primo nucleo di pensiero moderno che avrebbe condotto alle attuali Leggi sulla Riservatezza e Protezione Dati, non pensavano di aver piantato il seme di quella che sarebbe diventata una fitta boscaglia piena di rami intricati e foglie che dondolano nel vento della Storia .

IL DATAGATE SCUOTE GLI USA. LA NATIONAL SECURITY AGENCY "SORVEGLIA" CHI VUOLE ... ANCHE I CITTADINI STATUNITENSI. "MOTIVI DI SICUREZZA..." DICE IL GENERALE ALEXANDER. E INTANTO LA "TALPA" FA SAPERE DA HONK KONG...

Glauco Benigni
14 giugno 2013 

“La mia paura più grande – dice Edward Snowden all'intervistatore di The Guardian che gli pianta in faccia la telecamera in un'anonima stanza d'albergo - è che niente cambi”. Tragica visione della Storia. Ma.. non sarebbe la prima volta.
Per autoconservarsi il Potere, da che se ne ha memoria, ha usato a suo favore ogni complessa ed estrema informazione e ogni strumento e facoltà noti alla specie umana. Sul piano strategico: le conoscenze militari, tecnologiche, chimiche, etc... sul piano tattico: la tortura, l'ipnotismo, la menzogna ben orchestrata, il doppiogioco, etc... Laddove scoperto il Potere, nelle democrazie contemporanee, giustifica il suo operato affermando che lo fa per la Sicurezza del Popolo che lo ha chiamato a governare. E il Popolo, complice inebetito, fa finta ogni volta di sorprendersi e di indignarsi quando le informazioni, gli strumenti, le facoltà, i metodi orrendi e impensabili vengono resi noti.

lunedì 10 giugno 2013

MINISTORIA DEL MARKET OF TREASURY SECURITY DI LONDRA DOVE I VALORI DEGLI SPREADS OSCILLANO CONTINUAMENTE. TUTTO INIZIA IN ITALIA NEL 1988 PER VOLONTA' DI CIAMPI E AMATO ...


Glauco Benigni 
10.6.2013 


MTS – Dove le banche fanno la "mattanza" dei bonds europei 

L'argomento appare ammantato da fitte nebbie. E' difficile trattarlo in linguaggio corrente in quanto le scarse fonti sono costellate da definizioni tecnofinanziarie angloamericane. La sua storia inoltre è innervata da scelte e decisioni politiche spesso inspiegabili. Una questione da Iniziati veramente “esoterica”, nella quale “pochissimi”, come vedremo, hanno messo e mettono le mani. Una questione però da divulgare, in quanto ogni giorno, i suoi esiti generano pesanti ricadute sugli Stati (ex Sovrani) e sulle famiglie che abitano in Europa. Su milioni di individui che sono inconsapevolmente, ma al dunque, i “prestatori di ultima istanza“ del Debito Sovrano e quindi i garanti dei cambialoni, detti Bot e CCT, che gli Stati danno alle banche in cambio di denaro.
Questa è la mini-Storia di Sua Maestà lo SPREAD e del luogo virtuale dove i suoi valori oscillano incessantemente. Una Storia che, “stranamente”, non è mai comparsa con la giusta evidenza nei media mainstream. Una storia le cui origini risalgono ormai a 25 anni fa e i cui protagonisti rimangono grossolanamente “evocati”. Li chiamano i Mercati. Una definizione che assicura un'impermeabile anonimità …in particolare a uno dei mercati : il famigerato “secondario di Londra, noto nei Pubs della City come Jack lo Squartatore.
Se si effettuano delle ricerche però, affiorano nel web antiche traccie di gesti e decisioni rilevanti .

mercoledì 5 giugno 2013

Per il Bilderberg è scattata l'Operazione Trasparenza e i Guru della Controinformazione in Rete si accampano intorno all'Hotel dove si tiene il 61esimo meeting del Club.


Glauco Benigni 
5 giugno 2013



Ebbene sì. Stando alle informazioni che circolano, il Club Bilderberg ha ritenuto opportuno convocare una delle sue riunioni: la 61esima dalla fondazione avvenuta nel 1954. L'incontro si tiene da domani 6 giugno, al 9 giugno presso il Grove Hotel a Watford: una ridente località dell'Hertfordshire, Inghilterra. Il Grove Hotel è “uno dei migliori alberghi del mondo” – almeno così lo presenta il suo sito – posto a circa mezz'ora di strada dal centro di Londra. Offre stanze a partire da 235 sterline. Neanche tanto se si considera, in questo caso, l'alto profilo dei suoi ospiti. Per l'occasione, da 21 diverse nazioni europeee e nordamericane, giungeranno a Watford circa 140 partecipanti. Tra loro: leaders politici, boss dell'industria e della finanza, opinion makers e accademici. La lista dei partecipanti è rinvenibile all'indirizzo www.bilderbergmeetings.org .