Loading...

mercoledì 29 maggio 2013

I NOSTRI LAPTOP PC, SMARTPHONES, CONSOLLES DI GIOCO E LETTORI MP3 FUNZIONANO GRAZIE A QUEI “MINERALI DI CONFLITTO” COME CASSITERITE E COLTAN ESTRATTI IN CONDIZIONI DI GUERRA E IN APERTA VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI. OGNI GIORNO MILIONI DI AFRICANI, RIDOTTI IN SCHIAVITÙ, LAVORANO NELLE MINIERE CON TURNI DI 48 ORE, PER ESTRARRE LE MATERIE INDISPENSABILI ALLA NOSTRA COMUNICAZIONE IN MOBILITA' .



Glauco Benigni

Ogni giorno milioni di esseri umani, ridotti in condizione di vera schiavitù, estraggono dalle miniere dell'Africa nera rare materie prime. Sono i “minerali di conflitto”: indispensabili a garantire il funzionamento in mobilità di videogiochi, laptop computers, MP3 e smartphones. Si chiamano così perchè quelle miniere possono esistere solo se nella regione c'è guerra.

venerdì 17 maggio 2013

E' in corso un brutto braccio di ferro tra i difensori dei Petrodollari e i loro antagonisti Russi e Cinesi …le navi della flotta di Mosca rientrano nel Mediterraneo per la prima volta dai tempi della Guerra Fredda. E Putin incontra Obama ...


Il (primo) vero giro di boa  è avvenuto 5 anni fa, il 17 giugno del 2008. In questa data, alla 29esima riunione del Consiglio dei Ministri del Fondo OPEC per lo Sviluppo Internazionale, tenuta nella città iraniana di Isfahan, il presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, disse all’auditorio: 
 "La caduta del valore del dollaro è uno dei problemi più grandi che oggi il mondo deve affrontare. I danni già provocati hanno colpito l’economia globale, in modo particolare i paesi esportatori di energia. […] Quindi, ripeto il mio suggerimento iniziale, ossia che una combinazione delle più forti monete diventi la base per le transazioni del petrolio, o che i paesi membri (dell’OPEC) determinino una nuova moneta per le transazioni petrolifere."

domenica 5 maggio 2013

ECCO PERCHE' C'E' LA CRISI DELLA PUBBLICITA'... ECCO PERCHE' I MEDIA TRADIZIONALI CHIUDONO



 Glauco BENIGNI 05/05/2013  

C’è la crisi della pubblicità!! C’è la crisi della pubblicità!!” Questa sintesi semplificata di un fenomeno molto complesso si è ormai ridotta a lamentoso mantra da diversi anni e risuona tra azionisti, editori, managers, giornalisti e impiegati di ogni società in cui si trae (traeva) profitto dalla comunicazione ... fino a comparire minacciosa negli OdG dei CdA che minacciano lo Stato di Crisi e dei Comitati di Redazione che si svegliano di soprassalto dal sonno della ragione. Nel frattempo gloriose testate giornalistiche vengono svendute, tv e radio broadcasters tagliano drasticamente i costi di produzione ... e si attende. Cosa si attende? Il miracolo? Certo no! Gli ultimi lampi delle economie, nelle democrazie occidentali, hanno lasciato il posto ai devastanti tornados della finanza globale e al bizzarro altalenare degli spread.
Il segno “più” negli Annual Reports dei media-groups è un ricordo di altre stagioni e, oltre ai media, anche altri comparti industriali tremano. Le industrie licenziano e tremano. Prepensionano baldanzosamente, esodano, tremano... e in ogni caso studiano strategie per ottimizzare gli investimenti pubblicitarii che ritengono indispensabili a mantenere e difendere le proprie quote di mercato.

YAHOO! VORREBBE IL PACCHETTO DI CONTROLLO DEL SOCIAL NETWORK FRANCESE DAILYMOTION, MA PARIGI DICE "NO! EVENTUALMENTE SI CEDA IL 50%"


 
Glauco Benigni  03/05/2013 


Leggiamo oggi sui giornali che il Governo Francese ha impedito – per il momento – la vendita del social network Dailymotion ( 230 milioni di membri)  al motore di ricerca Usa Yahoo! E leggiamo commenti sorpresi dal fatto che uno Stato ingerisca nelle questioni di compravendita tra privati. Ci sembra inevitabile quindi contribuire al dibattito sottolineando alcuni aspetti che restano in ombra .

mercoledì 1 maggio 2013

NEWS CORP: SI DIVIDE IN DUE E MURDOCH SI AUMENTA LA PAGHETTA


  
Glauco Benigni/30.4.2013

“Habemus split”. Dopo inauditi contorcimenti, il Boss dei Boss di Ogni Medium, Mr. Rupert Keith Murdoch, ha annunciato il taglio verticale in due parti del controllato (da lui e famiglia) Gruppo News Corporation. Un arcipelago sterminato di giornali e periodici (175), Case editrici di libri, Studios Cinematografici , Network Tv via etere e da satellite disseminate in ogni continente, e così via, inclusa una presenza nella rete Web. “Allora gente“ - ha detto - “ l'11 giugno ci riuniamo a New York con tutti gli azionisti e votiamo sulla proposta di separazione del Gruppo in 2 parti”.

APPLE E' IN CRISI ? WALL STREET L'ABBANDONA E L'I-PHONE NON CONVINCE PIU'



Glauco Benigni / 29.4.2013  

Come vi sentireste se gli azionisti della vostra Company vi ritenessero responsabili di 280-300 miliardi di dollari Usa volatilizzati a Nasdaq? ( si tratta di 3 manovre dell'ex Governo Monti!) E se qualcuno vi dicesse ? “ Caro, il titolo a settembre 2012 valeva 700 dollari per azione e il 19 aprile 2013 siamo stati comprati e venduti a 387. Fate qualcosa. Otto mesi fa la nostra capitalizzazione era 660 miliardi di dollari, eravamo la seconda Multinazionale del Pianeta dopo la Exxon … che sta succedendo ? Fate qualcosa oppure … andatevene !”

NEL PRIMO ANNIVERSARIO DI GREEN HILL IL MOVIMENTO ANIMALISTA RISCENDE IN PIAZZA


 
  

Glauco Benigni /27.4.2013


Esattamente un anno fa, il 28 aprile 2012 , una dozzina di attivisti del Movimento per la liberazione degli animali fece irruzione nell'allevamento Green Hill di Montichiari in provincia di Brescia. Gli attivisti, di diverse età e nazionalità, liberarono in quella occasione 61 cani di razza beagle che erano destinati ai diversi laboratori dove si effettuano sperimentazione e vivisezione.
13 attivisti vennero rinviati a giudizio e in agosto, dopo una serie di ispezioni, in cui si confermarono diversi reati compiuti dai proprietari e dai gestori dell'allevamento, il totale dei cani trattenuti, circa 2500, vennero dati in adozione dopo il sequestro probatorio deciso dalla Corte di Brescia .

LA "LINGUA FRANCA" DEL WEB NON E' PIU' L'INGLESE ... e lo sarà sempre meno. La Cina, d'ora in poi, chiederà gli indirizzi IP e i nomi di dominio all'ONU


  Glauco Benigni / 19.4.2013

Sembra che il presidente cinese Xi Jinping abbia detto: “Ora basta !” “ Basta con questo Fondo Monetario e questa World Bank egemonizzati dagli Usa. Basta comprare il petrolio SOLO con i dollari perche' questo ha consentito per 70 anni alla FED di farci digerire montagne di carta straccia quale moneta di riserva planetaria. E basta anche con questa Rete Internet che dipende un po' troppo dagli umori del Dipartimento del Commercio Usa”. Sic !